Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Genova


Allievi fascia B: Athletic Club Liberi Campione Regionale !!!

Vai alla galleria

L'Athletic Club Liberi supera la Lavagnese in finale e si laurea Campione Regionale nella categoria Allievi fascia B leva 2000.
Nella sfida disputata al Broccardi di Santa Margherita i ragazzi di mister Danilo Marchetti battono i rivali 3-1 ai tempi supplementari.
Eroe della giornata Fabrizio Orgiana, bomber albarino, autore della tripletta decisiva.
La leva 2000 dell'Athletic bissa il successo di due anni fa quando vinse il campionato Giovanissimi fascia B in finale contro il Genoa.
Per i bianconeri, invece, arriva l'ennesima delusione: due sole sconfitte in due stagioni ma entrambe nel momento sbagliato, ad un passo dalla finale lo scorso anno e dal titolo quest'oggi.

All'atto conclusivo arrivano le due formazioni maggiormente accreditate e sicuramente fra le massime espressioni regionali dilettantistiche dell'annata 2000. Una sfida di alto livello, giocata a buoni ritmi nonostante la pioggia scesa sul campo per buona parte della gara e davanti ad un pubblico numeroso.
Nella prima frazione la Lavagnese manovra meglio mentre l'Athletic ribatte colpo su colpo giocando in maniera più fisica.
Dopo un quarto d'ora i bianconeri si portano in vantaggio con capitan Bagnato che indovina un tiro-cross da sinistra che si infila beffardo alle spalle del portiere. Non so quanto voluto dal centrocampista, sicuramente una traiettoria micidiale e in ogni caso un colpo che fa parte del suo repertorio.
L'Athletic fatica a riorganizzarsi e la Lavagnese si illude di avere la partita in pugno pur senza creare grosse occasioni per il raddoppio.
Alla mezz'ora, però, la difesa bianconera concede la prima chance e gli albarini non se la lasciano sfuggire: traversone in area da sinistra per Dolcino che sfiora di testa, il pallone arriva sul secondo palo dove Orgiana tutto solo ma in posizione defilata ha il tempo di spostarsi la sfera sul mancino e di trafiggere Gianelli con un tiro forte che passa in mezzo alle gambe dell'estremo difensore.
Il pareggio, come spesso accade in casi simili, sposta gli equilibri psicologici della gara e per alcuni minuti i ragazzi della Lavagnese accusano la mazzata mentre l'Athletic si galvanizza.
Nonostante ciò poco prima del riposo grande possibilità per i bianconeri di riportarsi in vantaggio: Celeri si costruisce da solo la palla-gol, liberandosi in area da un paio di avversari, ma la conclusione rasoterra viene respinta di piede dal portiere-gemello Andrea Iguera che si supera salvando la sua squadra prima del rientro negli spogliatoi.
Nella ripresa le due formazioni continuano a battagliare per tutti i quaranta minuti di gioco, mantenendo la partita equilibrata.
La Lavagnese sfiora la rete con Bagnato che, su calcio di punizione da 25 metri, disegna una parabola quasi vincente: Iguera tocca leggermente con i guantoni mandando la palla a colpire la traversa.
L'Athletic, invece, segna sugli sviluppi di un calcio da fermo ma il gol di Montanari da due passi viene annullato per una precedente carica sul portiere da parte di Dolcino.
Queste le due grandi occasioni del secondo tempo ma il risultato non cambia e si va così ai supplementari per altri venti minuti di gara.
E nel primo tempo dell'extra-time la sfida si spacca grazie ad Orgiana, che consegna il titolo nelle mani dell'Athletic realizzando un uno-due da ko nel giro di pochi giri di lancette.
Il gol del 2-1 arriva in seguito ad un liscio di Mazzino che svirgola un rinvio, l'attaccante ringrazia e a tu per tu con Gianelli lo supera con freddezza con un preciso pallonetto.
Neppure il tempo di riprendersi dalla doccia fredda e su una ripartenza Orgiana si invola verso la porta a doppia velocità per poi scaricare in rete il solito sinistro potente: 3-1 e tutto finito.
Nei minuti finali la Lavagnese si butta in avanti con la forza della disperazione per provare a riaprire la gara ma i tentativi sono confusionari e la difesa albarina fa buona guardia fino al triplice fischio.

La coppa prende la strada di Genova, direzione sede dell'Athletic Club Liberi, una società che dimostra ancora una volta la forza del proprio settore giovanile, dove ogni stagione si vincono titoli regionali con leve diverse. Bravi davvero.
Mentre in mezzo al campo lo staff al gran completo festeggia la conquista del trofeo, a capo chino i bianconeri vanno negli spogliatoi. La pioggia ha smesso di cadere sostituita dalle lacrime che scendono copiose su molti visi: ancora una volta i 2000 della Lavagnese devono alzare bandiera bianca, da due anni a detta di molti sono i più forti in Liguria ma non riescono mai a dimostrarlo fino in fondo. Ad ogni modo gli applausi sono più che doverosi e meritati.

ATHLETIC CLUB LIBERI: Andrea Iguera, Luca Pandimiglio, Federico Botteghin, Filippo Iguera, Gabriele Baratti, Federico Casu, Fabrizio Orgiana, Luca Dolcino, Lorenzo Bergitto, Simone Pagano (C), Mirko Montanari. A disposizione: Alessandro Famiano, Stefano Pernigotti, Andrea Lorefice, Francesco Mazzacani, Eugenio Mazzini, Giorgio Morchio, Giacomo Zanardi. Allenatore: Danilo Marchetti
LAVAGNESE: Gabriele Gianelli, Mirko Canepa, Daniele Martino, Tommaso Atzori, Francesco Bagnato (C), Giacomo Mazzino, Francesco Garrone, Davide Giacopello, Leonardo Celeri, Erik Lessona, Matteo Dodero. A disposizione: Pietro Donati, Pietro Romanengo, Matteo De Benedetti, Federico Cuneo, Andrea Galliano, Davide Rezzano, Simone Leverone. Allenatore: Giovanni Nucera (squalificato)
Arbitro: Francesco Pirondini di Chiavari

 

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Lorenzo Ori il 29/05/2016
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04381 secondi