Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Imperia


Apoteosi Sanremo: vince la Coppa Italia e vola in Serie D

Fantastico. L'Unione Sanremo vince la Coppa Italia Dilettanti battendo 2-0 i siciliani del Mazara e conquista la promozione in Serie D. Le reti decisive portano la firma di Andrea Cardini, che trasforma un calcio di rigore alla mezz'ora, e Filippo Scalzi che raddoppia in contropiede al novantesimo.

Adesso che la finale si è conclusa nel migliore dei modi si può dire che il salto di categoria sia avvenuto nella maniera più entusiasmante per la società matuziana. L'obiettivo stagionale dichiarato, da parte di tutto lo staff biancazzurro, era quello di salire nella massima serie dilettantistica. Tutti i pronostici davano la vittoria nel campionato di Eccellenza una formalità ma poi le cose sono andate diversamente. Il primo posto è andato ai giallorossi del Finale, concentrati per tutto il torneo e vincitori con merito. L'Unione, al contrario, ha vissuto alti e bassi e soprattutto ad un certo punto si è trovata a giocare su un doppio binario, campionato e coppa nazionale, che li ha fatti deragliare in Eccellenza ligure. E mentre il campionato sfuggiva di mano, il percorso in coppa con trasferte su tutti i campi d'Italia ha visto la squadra avanzare turno dopo turno fino alla finalissima di Firenze. E proprio qui stava la grande difficoltà della gara odierna, il giocarsi tutto in una sola partita, rischiando di rimanere con un pugno di mosche in mano in caso di sconfitta. E' vero che c'era ancora lo spiraglio dello spareggio contro il Magra Azzurri per il secondo posto e conseguente torneo fra le migliori piazzate dei vari gironi di Eccellenza di tutta Italia ma si trattava di iniziare un altro viaggio con tutti i rischi annessi. Invece la partita di oggi era definitiva, poteva voler dire Serie D, oltre alla vittoria in un trofeo prestigioso, vinto solo una volta da una squadra ligure, il Savona nel 1990/91, quando la formula era diversa e non esisteva ancora l'Eccellenza. Sogno e storia in un colpo solo, un peso non da poco.

Che la tensione fosse ai massimi, come spesso accade quando la posta in palio è altissima, lo si è visto per tutta la gara. Soprattutto dopo l'episodio chiave del match, dopo mezz'ora di gioco, quello che di fatto ha spostato gli equilibri verso la Città dei Fiori. Edo Capra, sicuramente in giornata ispirata, viene atterrato in area da Mastronardi e l'arbitro concede il rigore con conseguente espulsione del numero 5 mazarese per fallo da ultimo uomo con chiara occasione da gol. Dal dischetto Cardini non sbaglia, portando i suoi in vantaggio con superiorità numerica. Questo plus per i biancazzurri si rivela per tutto il resto della partita un arma a doppio taglio. Favoriti, quasi obbligati a vincere, avanti di un gol e con un uomo in più, i ragazzi di Cevoli non pigiano sull'accelleratore, mantenendo gli avversari in gioco fino all'ultimo minuto e rischiando in qualche caso di subire un pareggio beffardo. Quasi allo scadere il giovane Scalzi, entrato da pochi minuti, mette fine alla sofferenza segnando il 2-0 che decreta il trionfo. Essere belli in questi casi è sempre difficile, applaudiamo quindi la concretezza e complimenti davvero a tutti: presidente, giocatori, dirigenti, allenatore con lo staff tecnico e tifosi, sempre calorosi e giunti in tanti anche quest'oggi.
Se il prossimo anno tutte le formazioni liguri saranno confermate in un solo girone, apprestiamoci a vivere un torneo di Serie D davvero entusiasmante per la nostra regione.

MAZARA: Iacono, Lo Cascio, Fontana, Comegna, Mastronardi, Gallina (68' Di Simone), Compagno (58' Giacalone), Arnone, Gambino (65' Bono), Rosella, Cammareri. A disposizione: Ilario, Terzo, Li Causi, Falsone. Allenatore: Tommaso Napoli
UNIONE SANREMO: Miraglia, Fenoglio, Puddu, Bregliano, Fiuzzi, Fonjock, Capra (81' Scalzi), Sinisi, Rovella, Sancinito, Cardini (65' Gallo). A disposizione: Geraci, Raguseo, Fici, Muller, Martelli. Allenatore: Roberto Cevoli
Arbitro: Alberto Ruben Arena di Torre del Greco (Gabriele Nuzzi di Valdarno e Simone Amantea di Milano)

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 27/04/2016
 

Altri articoli dalla provincia...




Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05867 secondi