Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Champions: il nuovo Barcellona di Pedri, Ansu Fati e Messi è favorito?

Da qualche tempo a questa parte il Barcellona sta vivendo un periodo molto particolare. Dopo aver rischiato seriamente di perdere Lionel Messi, il club ha conosciuto un cambio al vertice. Il presidente Bartomeu, tanto detestato dalla “Pulce”, ha abdicato. Sul campo, comunque, i blaugrana non stanno tradendo. Forse la scoppola dell’8-2 rimediata dal Bayern Monaco ha insegnato qualcosa. Finora, nel girone dell’attuale Champions League sono arrivate 3 vittorie su 3: contro il Ferencvaros, contro la Juventus e contro la Dinamo Kiev.

I tempi di Xavi e Iniesta sono lontani. Il mercato estivo ha portato alla corte di Koeman Miralem Pjanic. Sono però altri i giocatori che stanno stupendo gli amanti del calcio catalani e non solo. Lì dove la giovane età non è un limite ma un pregio, sta esplodendo il talento di Pedri, all’anagrafe Pedro González López, che è già andato in goal contro gli ungheresi. Prelevato dal Las Palmas, il ragazzo ci ha messo poco per mettersi in mostra e il mister si fida già di lui. Stiamo parlando di un’ala molto abile tra le linee, il cui tocco di palla sembra ricordare proprio quello dell’”Illusionista”. Pedri sembra saltare spesso un tempo di gioco e gode di un’intelligenza tattica fuori dal comune. Al pari di Ansu Fati, rappresenta ormai il futuro del Barcellona.

Il giocatore affonda le sue radici a Tegueste, nell'isola di Tenerife, ma un paio di anni fa era stato provinato dagli eterni rivali del Real Madrid, che però non erano rimasti molto convinti delle sue prestazioni. Una volta conquistata la maglia del Las Palmas, nel settembre dell’anno scorso Pedri è diventato il calciatore più giovane del club a realizzare una rete. Il suo valore di mercato è destinato a salire e la vetrina della prima Champions contribuirà sicuramente ad attirare gli occhi di tutto il mondo su di lui.

Un vero peccato non poterlo vedere all’opera insieme ad Ansu Fati, almeno per qualche mese. Il guineense che l’anno scorso ha eliminato l’Inter dalla Champions si è infatti sottoposto a un intervento al menisco e ne avrà per un bel po’. Il valore assoluto del Barcellona, comunque, non si discute, anche se potrebbe non bastare per avere la meglio sulle tante pretendenti alla “Coppa dalle grandi orecchie”. Il Barça non vince in Europa dal 2015, quando battè in finale la Juventus di Massimiliano Allegri. Nell’ultima Liga i blaugrana hanno mollato nel finale. Serve assolutamente un riscatto.

Il Bayern Monaco è una corazzata e ha vinto la Champions segnando goal a valanga. Lewandowski ne ha realizzati addirittura 15, di cui solo 2 su calcio di rigore. Il Liverpool ha ancora gli uomini-chiave che l’hanno portato al trionfo nel 2019. Il Real è sempre anche il Real, sebbene dopo la partenza di Cristiano Ronaldo abbia peccato più volte in Europa. Le quote vincente Champions League non vedono il Barcellona tra le principali favorite e persino il Manchester City, privo di grande esperienza internazionale, sarebbe messo meglio. Solo il campo può smentire i pronostici. Per tornare alla vittoria, il Barcellona di oggi dovrà davvero sudarsela.

Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 20/11/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,05945 secondi