<

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Riscatto e conferme: Juve e Roma a caccia di risultati in EuropaLeague

La chiamano "Europa dei poveri", ed è uno dei peggiori torti che si possano fare ad una coppa che non avrà il fascino della Champions, ma che assicura soldi e un posto per l'edizione successiva della CL. Juventus e Roma lo sanno bene e, anche se per motivi diversi, di certo non snobberanno la competizione, tutt'altro. Ognuna proverà a fare la propria parte e ad arrivare fino in fondo, e magari vincerla anche, avversari permettendo. Vediamo dunque di analizzare la situazione delle due italiane, impegnate entrambe giovedì 23 febbraio.

Juventus: l'Europa come fonte di riscatto

La Juventus sta vivendo una stagione maledetta, soprattutto per via dei problemi economici e per la penalizzazione di 15 punti in campionato. Dopo essersi ripresa alla grande in Serie A, infatti, ogni sogno di gloria è stato spento sul nascere dalla sentenza in merito alle plusvalenze (ancora in discussione, fra l'altro). E allora l'Europa League diventa l'occasione migliore, se non addirittura l'unica, per riscattarsi e per cercare di dare un senso a questa stagione. L'avversario non è impossibile: si tratta del Nantes, che è stato comunque in grado di pareggiare la gara di andata di giovedì 16 febbraio, pareggiando per 1-1 (reti di Vlahovic e di Blas).

 

Il Nantes è reduce da una sconfitta in campionato e galleggia, senza onori e senza gloria, al 13esimo posto in classifica. Ovviamente la Juventus, nonostante il fattore del campo esterno, parte favorita nelle quote Europa League. Questo, però, non toglie nulla alla difficoltà della gara: tutti noi, infatti, sappiamo che in Europa il calcio è molto più rapido, e che un singolo dettaglio sbagliato può far pendere la bilancia da un lato o dall'altro. L'augurio, quindi, è che i bianconeri possano evitare qualsiasi imprecisione. Arrivare a vincere la finale, poi, significherebbe entrare direttamente in Champions il prossimo anno.

Roma: l'Europa come ulteriore conferma

Per la Roma vale un discorso molto diverso. La squadra di Jose Mourinho è riuscita a riprendersi e in campionato occupa attualmente il terzo posto in classifica, in condivisione con il Milan, che ha però una differenza reti peggiore. I giallorossi vengono da 2 vittorie e 1 pareggio nelle ultime 3 partite, e in Europa affronteranno il Salisburgo, vittorioso nella gara d'andata per 1 a 0 (gol di Capaldo). Nonostante lo svantaggio, la Roma potrà contare sul supporto di un Olimpico che sarà con tutta probabilità in fiamme, e su una superiorità tecnica mai in discussione.

 

Naturalmente il discorso fatto per la Juve vale anche per la Roma. Anzi, vale di più: partendo con un gol da recuperare, sarà importante scongiurare qualsiasi errore, sia tattico che tecnico, evitando di sbilanciarsi troppo in campo. L'obiettivo dei giallorossi è innanzitutto passare il turno, che poi rappresenta al momento lo scoglio principale, e poi vedere come si svilupperà la situazione. Di certo a Mourinho e ai tifosi romanisti non dispiacerebbe mettere le mani sulla seconda coppa europea di fila, dopo la Conference League dello scorso anno. Anche se, ovviamente, qui la posta è diversa.


Print Friendly and PDF
  Scritto da La Redazione il 22/02/2023
Tempo esecuzione pagina: 0,03344 secondi